Impianti LAW



Gli impianti LAW sono dei sistemi integrati composti da due sezioni principali:

  • lavorazioni a crudo;
  • forni di cottura.

La sezione lavorazioni a crudo è basata sull'impiego della turbotecnologia in strato sottile per l'omogeneizzazione e la formatura di opportune miscele di rifiuti in granuli e microgranuli.

I granulati ottenuti vengono quindi inviati in una serie di forni rotativi dove per effetto della temperatura e degli additivi espandenti si trasformano in granulati espansi ad alta resistenza.





In questi forni i granuli in cottura ed i fumi di combustione procedono nella stessa direzione (equicorrente) e quindi la frazione organica dei granuli viene bruciata completamente e in condizioni ottimali, minimizzando la presenza di composti organici incombusti nei fumi.

All'uscita dai forni i fumi hanno una temperatura molto elevata (oltre 1100°C ) e sono estremamente "puliti": sono quindi una fonte di calore ideale per sistemi di recupero a turbina con co-generazione di energia elettrica.

Gli impianti LAW possono essere progettati per un recupero pressoché totale del calore del processo sia dai fumi che dal prodotto in uscita, minimizzando il consumo di combustibili fossili ed assicurando una produzione di energia elettrica da affiancare alla produzione di granulati espansi.

I singoli impianti LAW possono essere progettati per trattare da 5.000 a 150.000 ton/anno di rifiuti anche se la taglia minima per garantire una buona efficienza ai sistemi di recupero del calore è pari ad almeno 30.000 ton/anno.