Novità‎ > ‎

Le analisi di Contento Trade aprono una nuova prospettiva

pubblicato 16 gen 2014, 03:26 da olga cher
Sustainable Cruise Newsletter:

A dimostrazione del fatto che i rifiuti devono essere sempre di più considerati una risorsa, “Sustainable Cruise” aggiunge in corso d’opera un nuovo ambizioso obiettivo a quelli prefissati: dimostrare che dal trattamento dei rifiuti bio è possibile ricavare un “prodotto” di qualità, riutilizzabile all’interno della nave o commercializzabile.

Un’ipotesi, questa, in parte già dimostrata da Contento Trade che ha analizzato presso i suoi laboratori campioni di acqua che arriva direttamente dal pulper della nave, cioè dal sistema dove sono convogliati i residui bio, a sua volta collegato al turboessicatore.

Grazie ad un apposito macchinario di centrifuga (DIC) sarebbe possibile separare i diversi elementi che compongono questa acqua: olio, liquido leggero, acqua e secco residuo.

L’olio, che rappresenta circa l’1,9% del totale, potrebbe essere riutilizzato secondo le seguenti due ipotesi vagliate all’interno del progetto: miscelare la sostanza ottenuta al carburante della nave oppure sbarcarla e immetterla sul mercato.

Chiaramente per capire se e come è possibile sfruttare questo nuovo prodotto occorre fare ulteriori test sui campioni di acqua e soprattutto verificare la corrispondenza tra il prodotto e la normativa europea e nazionale vigente in materia.

Si tratta comunque di un risultato importante che offre a “Sustainable Cruise” un ulteriore elemento di innovazione.


Comments